home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Acantocystis geogenius
categoria:  Funghi e tartufi
Prodotto Composizione Processo Aziende
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

DENOMINAZIONE
  • Latina: Acantocystis geogenius
HABITAT

Non molto comune in autunno, raro nel periodo primaverile è un tipico fungo estivo; cresce a cespi sotto quasi tutti i tipi di alberi ma preferisce le robinie e gli olmi presso i fiumi, dove il terreno è sabbioso.

ASPETTO
  • CAPPELLO: Largo dai 6 ai 9 cm, a forma di imbuto aperto su un fianco oppure di ventaglio dall'orlo irregolare di colore marrone più o meno scuro, a volte tendente al verde marcio.
  • IMENOFORO:  Le lamelle somo molto fitte e basse, prima bianche e poi color crema;
  • GAMBO: cortissimo laterale; quest'ultimo è bianco e peloso
  • CARNE: bianca e dura
UTILIZZAZIONE ALIMENTARE

Si mangia raramente perchè ha le carni dure e stoppose: tuttavia, gli esemplari giovani sono gradevoli

NOTE

Si può confondere con L'Acantocystis petaloides che però è più chiaro e meno carnoso; a prima vista è confondibile anche col Lentinellus cochleatus che cresce però su resti legnosi, ha lamelle seghettate, un forte odore di anice e maturo ha la carne legnosissima