home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Fitosteroli o steroli vegetali
categoria:  Additivi
Prodotto Composizione Processo Aziende
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

DESCRIZIONE

I fitosteroli o steroli vegetali sono sostanze strutturalmente simili al colesterolo, che tuttavia non è presente nelle piante.

Sono molecole di natura sterolica presenti nelle membrane delle cellule dei vegetali. Si conoscono circa 40 fitosteroli, ma  i fitosteroli più presenti nell'alimentazione sono il beta-sitosterolo (50%), il campesterolo (33%) e il stigmasterolo (4%). Gli altri fitosterolisono presenti in tracce

i fitosteroli sono presenti nella frazione non saponificabile degli oli vegetali.

Non sono sintetizzati negli esseri umani ma vengono introdotti esclusivamente con la dieta, generalmente nella quantità da 200 a 400 mg/die ( in quantità più elevata nei vegetariani).

ORIGINE

Gli steroli vegetali derivano da differenti fonti di oli: olio extravergine di oliva, olio di semi di soia, olio di riso, olio di legno di pino, olio di noci.

Tra i vegetali i contenuti più elevati si riscontrano in broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiori, olive verdi e nere.

UTILIZZO

L'assunzione di almeno 2 grammi du fitosteroli  al giorno per tre settimane è scientificamente domostrato che è in grado di ridurre del 10% il colesterolo  LDL ("cattivo").

Il consumo di alimenti contenenti steroli di origine vegetale ha quindi un effetto protettivo sui vasi.

La riduzione del colesterolo LDL è docuta alla diminuzione del suo assorbimento e all'alterazione degli enzimi coinvolti nel suo metabolismo e nella sua escrezione.

Per potenziare l'effetto di un'eventuale integrazione di steroli vegetali è necessario che la dieta sia bilanciata e ricca di fibre.