home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Vitamina B5 o Acido Pantotenico o Calcio Pantotenato
categoria:  Additivi
Prodotto Composizione Processo Aziende
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

DESCRIZIONE

La Vitamina B5 o Acido Pantotenico o calcio pantotenato, vitamina indispensabile all'organismo umano.

Con formula  C9H19NO4 e peso molecolare 205,25  si presenta come polvere bianca  idrosolubile.

ORIGINE

L'acido pantotenico è presente in tutte le cellule viventi, lieviti, muffe, batteri e nelle singole cellule  di tutte le piante e animali.
Le carni, gli organi, il lievito di birra, il tuorlo d’uovo e i cereali integrali  sono le fonti più ricche.
Viene sintetizzato anche dalla flora batterica dell’intestino.
Un terzo dell’acido pantotenico contenuto nelle carni si perde con la cottura così come  circa il 50% contenuto nella farina si perde con la macinazione.
E' stabile in condizioni di caldo umido, ma circa un terzo viene  distrutto durante la cottura con acidi (limone e aceto) o in alcali come il bicarbonato di sodio.
Anche il caldo secco ne determina la distruzione.

UTILIZZO

La Vitamina B5 o Acido Pantotenico o calcio pantotenato è indispensabile all'organismo umano, svolgendo un ruolo importantissimo nel metabolismo cellulare.

E' infatti il precursore del coenzima A  che in tutte le cellule dell'organismo  è alla base del meccanismo respiratorio, partecipa alla produzione di energia da carboidrati, grassi, proteine,  è essenziale per la sintesi del colesterolo, degli ormoni steroidei,degli acidi grassi, etc.

Il fabbisogno individuale di acido pantotenico viene generalmente indicato in   6-16 mg di acido pantotenico al giorno:

  • per anziani, bambini e adulti:  4-7 mg/die;
  • per  bambini da 4 a 6 anni :  3- 4 mg/die,
  • per bambini da 7 a 10 anni:  4-5 mg/die
  • per i neonati sino ai 6 mesi:  2 mg/die
  • per i neonati da 6 mesi a 1 anno:  3 mg/die.

Viene eliminato con le urine.

L’acido pantotenico è così ampiamente presente nei cibi che raramente se ne presenta una carenza.

Carenze possono manifestarsi quando l’organismo manca della flora batterica intestinale necessaria per sintetizzare l’acido pantotenico.

Nelle persone carenti di vitamina B5  sono stati notati segni di minore capacità di difesa nei confronti di alcune infezioni.
Sintomi di carenza possono essere vomito, irrequietezza, dolori addominali, bruciori ai piedi, crampi muscolari, sensibilità all’insulina.

I sintomi da carenza riflettono un deterioramento della salute delle cellule in molti tessuti. Una deficienza di acido pantotenico può causare ulcere duodenali, depressione fisica e mentale, secrezione insufficiente dell’acido cloridrico nello stomaco, disturbi dei nervi motori.

Poiché il cervello contiene la più alta concentrazione di acido pantotenico, possono essere risultato di carenza di acido pantotenico sintomi quali insonnia, affaticamento e depressione.

Non sono noti effetti tossici e tuttavia l’assunzione di dosaggi troppo alti non è mai consigliata.