home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Agnello (carne di)
categoria:  Carni e Derivati
Prodotto Composizione Processo Aziende
Regioni: Abruzzo,

DESCRIZIONE

Con il termine di agnello si definisce un ovino, indefferentemente se maschio o femmina, con età inferiore ad 1 anno.
Da un punto di vista della produzione di carne con il termine "agnello da latte " si identifica convenzionalmente l'animale di circa 1 mese di vita e peso inferiore a 7 kg, per il quale in molte zone dell'Italia centrale è utilizzato il termine di abbacchio, mentre per animali un po' più cresciuti, sia come peso che come età, vengono utilizzati i termini di agnello leggero (peso da 7 a 10 kg), agnello da taglio (peso da 10 a 13-15 kg ) e agnellone (oltre).
La macellazione e il conseguente consumo di carne di agnello è storicamente collegata a festività religiose e pertanto nel nostro paese tradizionalmente si intensifica nel periodo Pasquale e, dato il diffondersi di Comunità di religione musulmana negli ultimi tempi anche in concomitanza con la Festa del Sacrificio.
Dai macelli autorizzati, se privi di annesso sezionamento, le carcasse di agnello, eventualmente associate ai rispettivi visceri edibili, vengono commercializzate intere o eventualmente suddivise in mezzene per i soggetti di maggior peso.
La carne di agnello, sia fresca che congelata, sia di soggetti nazionali che importata dall'estero, si reperisce comunemente nel circuito della grande distribuzione durante tutto il periodo dell'anno.

POSIZIONE ANATOMICA DEL TAGLIO

Tutta la carcassa dell'animale.

SINONIMI UTILIZZATI

Non rilevati.

DENOMINAZIONI INTERNAZIONALI
  • Inglese: lamb
  • Francese: agneau
  • Tedesco: lamm
  • Spagnolo: cordero
  • Portoghese: cordeiro
UTILIZZO CONSIGLIATO

La carne di agnello suddivisa nei vari tagli (a cui si rimanda) viene consumata previa cottura solitamente al forno.