home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Agaricus placomyces var. meleagridis
categoria:  Funghi e tartufi
Prodotto Composizione Processo Aziende
Foto Regione Lombardia - Ass. Mic. Bresadola
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

DENOMINAZIONE
  • Latina: Agaricus placomyces (Peck) var. meleagris (J.Schff.)
HABITAT

Cresce nei prati e nei boschi radi, nei quali non è molto diffuso, ma abbondante quando cresce; più comune in pianura e in collina.

ASPETTO
  • CAPPELLO: diametro di 5-10 centimetri; inizialmente emisferico o tronco-conico, quindi convesso appianato; poco carnoso. Presenta una cuticola biancastra con squame bruno scure, più fitte al centro. Il margine si presenta intero, sottile, debordante.
  • IMENIO: lamelle strette e fitte, libere attorno al gambo, di colore rosa pallido all?inizio, quindi bruno scuro.
  • GAMBO: cilindrico slanciato, di 8-13 centimetri di altezza e 1-1,5 di diametro, bulboso alla base. Di colore biancastro che diviene giallo chiazzato in seguito a sfregamento, soprattutto alla base. Presenta un anello spesso, fioccoso, bianco tendente a ingiallire e infine a imbrunire. Volva assente.
  • CARNE: tenera nel cappello, stopposa-fibrosa nel gambo. Di colore bianco che vira al giallo, soprattutto alla base del gambo, e quindi al bruno. Presenta un odore debole di inchiostro (fenolo) e un sapore più o meno sgradevole.
UTILIZZAZIONE ALIMENTARE

Leggermente velenoso, provoca avvelenamenti a sindrome gastro-intestinale, probabilmente dovute a sostanze ?resinoidi? ad azione irritante sul tubo digerente.

I sintomi compaiono già al termine del pasto o poche (1-3) ore dopo.

La sindrome è caratterizzata da nausea, vomito, diarrea, cefalea, dolori addominali.

La morte è rara e si registra in bambini, soggetti defedati e comunque in seguito a trattamento inadeguato e/o tardivo a causa di un grave squilibrio elettrolitico.

NOTE

Esistono diverse varietà di Agaricus placomyces, con uguale grado di tossicità, come pure alcune specie simili, tutte da evitare.