home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Agaricus xanthoderma
categoria:  Funghi e tartufi
Prodotto Composizione Processo Aziende
Foto Regione Lombardia - Ass. Mic. Bresadola
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

DENOMINAZIONE
  • Latina: Agaricus xanthoderma Genevier
HABITAT

Zone erbose, parchi, margini delle strade, prati, sotto gli alberi. Dall’ estate all’autunno inoltrato.

ASPETTO
  • CAPPELLO: di 8,0-15,0 cm di diametro, da emisferico a convesso, talora troncoconico caratteristicamente appiattito all’apice, infine appianato; margine involuto, poi incurvato verso il basso, tardivamente disteso, acuto, con resti di velo parziale; colore bianco, liscio e glabro, raramente leggermente squamuloso, qualche volta bruno al centro, giallo cromo intenso sulla superficie al minimo contatto o sfregamento.
  • IMENIO: lamelle libere, strette, relativamente fitte, con lamellule; di colore inizialmente biancastro, poi rosa, rosa sempre più scure fino al bruno cioccolato; taglio sterile.
  • GAMBO: di 5,0-15,0 cm di altezza per 0,8-2,5 cm di diametro, slanciato e cilindrico, spesso incurvato, con tendenza ad ingrossarsi alla base formando un bulbo tondeggiante e talora smarginato, largo fino a 35 mm ; di colore bianco, ingiallente se toccato o traumatizzato; anello vistoso e ampio, abbastanza spesso, tardivamente staccato dal margine del cappello, supero, a volte si presenta dissociato in denti nella faccia inferiore, ingiallente se toccato.
  • CARNE: biancastra, alla base del gambo si macchia di giallo cromo al taglio. Odore caratteristico di fenolo o inchiostro.
  • MICROSCOPIA: spore ovoidali, di dimensioni 5-6,5 × 3,5-4 µ m; sporata di colore bruno con sfumatura violetto.
UTILIZZAZIONE ALIMENTARE

Provoca sindrome gastrointestinale.

La sindrome gastrointestinale viene definita anche “sindrome resinoide” perchè i principi attivi che la determinano appartengono al gruppo delle sostanze resinoidi ad azione irritante sul tubo digerente.

I sintomi compaiono già al termine del pasto o entro 1-3 ore e sono rappresentati da nausea, vomito, diarrea, cefalea, dolori addominali cui segue uno squilibrio elettrolitico.

La morte conseguente a sindrome resinoide è un evento raro, per lo più in soggetti defedati o bambini o in seguito a trattamento tardivo o inadeguato.

NOTE

Può provocare disturbi gastrointestinali. L’ingialli-mento molto netto della carne e l’odore di inchiostro o fenolo sono caratteristiche importanti per una netta distinzione con altri Agaricus della sezione arvenses (p. es. A. arvensis, A. essettei). A. campestris può anch’esso essere simile, ma ha la carne lievemente arrossante al taglio.

A. xanthodermus, per la variabilità dell’aspetto del rivestimento pileico, è stato diversificato nelle seguenti ulteriori varietà: var. griseus, a cappello squamuloso di colore grigio ocraceo, var. lepiotoides, a cappello screpolato in grosse squame di colore grigio bruno. A. praeclaresquamosus, considerato ormai a livello specifico, presenta un cappello a fini squamule concentriche di colore grigio scuro, ed un centro del cappello unito di colore nerastro.