home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Agaricus essettei o Agaricus abruptibulbus (prataiolo)
categoria:  Funghi e tartufi
Prodotto Composizione Processo Aziende
Foto Regione Lombardia - Ass. Mic. Bresadola
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

DENOMINAZIONE
  • Latina: Agaricus essetei Bon o A. abruptibulbus Peck ss. Lange, Essette
  • Nome volgare: Prataiolo
HABITAT

Cresce in gruppi di due o tre carpofori, anche isolato, nei tappeti di aghi di boschi di conifere, raramente sotto latifoglie. Abbastanza comune a partire dall’estate.

ASPETTO
  • CAPPELLO: del diametro di 6,0-10,0 centimetri, ancora giovane globuloso, poi convesso con centro più o meno appianato, superficie liscia, sericea, da bianca a giallognola, alla manipolazione giallo cromo; margine sottile, a lungo involuto, con resti di velo.
  • IMENIO: lamelle serrate, strette, libere, biancastre all’inizio, presto grigio-rosa, infine bruno-nero, taglio fioccoso-biancastro.
  • GAMBO: alto da 8,0 a 12,0 centimetri con diametro compreso tra 1,0 e 2,0 cm, slanciato, cilindrico, la base con bulbo marginato, spesso 20-25 (40) mm, sovente obliquo e eccentrico; bianco, lucente, in alto a sfumatura rosata, alla base finemente squamoso, ingiallente al tocco; anello supero, membranoso, pendente “a gonnellino”, ingiallente alla manipolazione.
  • CARNE: bianca, spessa al centro, minuta al bordo, bianca nel cappello, carnicino pallido nel gambo, odore di anice.
  • MICROSCOPIA: spore ovoidi, lisce, di dimensioni 6-7 × 4-5 µm; al MS grigio-bruno; basidi tetrasporici; cellule marginali piriformi. Sporata bruno-porpora scuro.
UTILIZZAZIONE ALIMENTARE

...

NOTE

Buon commestibile. Agaricus essettei si riconosce tra i molti Agaricus bianchi e ingiallenti della Sezione Arvenses per il bulbo marginato e obliquo, la taglia slanciata, la crescita molto spesso su aghi di conifere. Agaricus arvensis, di grandi dimensioni e privo di bulbo marginato, cresce nei prati; Agaricus sylvicola ha anch’esso bulbo non marginato ma spore più piccole; predilige i boschi. Agaricus tenuivolvatus è più massiccio, presenta un bulbo arrotondato e già dall’ inizio si presenta di colore giallo-zolfo.