home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Acetosella (Oxalis acetosella)
categoria:  Olii, Spezie e Condimenti
Prodotto Composizione Processo Aziende
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

ORIGINE

L'Acetosella (Oxalis acetosella, Fam. Ossidalaceae) è una pianta erbacea perenne, acaule, rizomatosa, alta 8-15 cm. È molto diffusa nelle zone fredde e temperato dell'Europa, Asia e Nordamerica. In italia è frequente in tutta la penisola, eccetto le zone litoranee e nelle isole. Predilige i terreni boschivi e ombrosi.

Le foglie sono trilobate, portate da un picciolo arrossato, simili a quelle del trifoglio. Il fiore è unico sullo stelo e compare ad aprile-maggio; i suoi petali sono bianchi o rosati, solcati da sottili venature violette.

UTILIZZO

L'acetosella ha un sapore acidulo e viene utilizzata sia cruda, per insaporire insalate, sia cotta insieme ad altre verdure stufate o bollite. Dalle foglie si ottiene una bevanda dissetante simile alla limonata.
Sempre dalle foglie si estrae il "sale di acetosella", usato in tintoria per togliere le macchie difficili.
Veniva usata per preparare rimedi per pelli arrossate e infiammate, dato il suo potere antinfiammatorio e decongestionante.

PROPRIETA'

Le foglie sono diuretiche, decongestionanti, depurative, astringenti, rinfrescanti, febbrifughe. Se consumate crude calmano la sete in caso di mancanza d'acqua e disinfettano le piccole ulcere del cavo orale.

AVVERTENZE

L'intera pianta contiene acido ascorbico, biossalato di potassio, vitamina C, mucillagine, che la rende controindicata per chi soffre di disturbi gastrici, intestinali, epatici, di calcoli renali e biliari, di gotta. Inoltre, l'elevata quantità di acido ossalico, che determina il gusto acidulo delle foglie, rende la pianta tossica dannosa perl'attività renale, fino a provocare la morte.