home page   |  Risultati della ricerca
 
Ricerca Avanzata » Alloro o lauro (Laurus nobilis)
categoria:  Olii, Spezie e Condimenti
Prodotto Composizione Processo Aziende
Foto: coquinaria.it
Regioni: Piemonte,Valle d'Aosta,Lombardia,Trentino-Alto-Adige,Trentino-Alto-Adige,Veneto,Friuli-Venezia Giulia,Liguria,Emilia-Romagna,Toscana,Umbria,Marche,Lazio,Abruzzo,Molise,Campania,Puglia,Basilicata,Calabria,Sicilia,Sardegna,

ORIGINE

L’alloro o lauro (Laurus nobilis) è una pianta sempreverde, appartenente alla famiglia delle Lauracee. Il fusto è eretto, la corteccia verde. Le foglie, ovate, sono verde scuro, coriacee, lucide nella parte superiore e opache in quella inferiore. I fiori sono piccoli, giallo-verde, riunite ad ombrella. L'alloro è una pianta rustica, cresce bene in tutti i terreni e può essere coltivato in qualsiasi tipo di orto.

UTILIZZO

L'alloro è usato in tutto il mondo per insaporire stufati, brodi, marinate e minestre, piatti di carne e di pesce, alcuni salumi, terrine e patès, gelatine casalinghe, ragù, formaggi caprini, crostini toscani alla milza, ma anche bevande alcoliche e dolci: eccellente, ad esempio, nei budini di riso, con le castagne secche e i fichi essiccati e per avvolgere la liquirizia.
Le foglie vanno cotte con i cibi e poi tolte, dal momento che possiedono un forte grado di amarezza che viene stemperato dall'essiccazione.

Le bacche si raccolgono in autunno e vanno essiccate in luogo asciutto e ventilato; una volta bollite formano un'emulsione insettifuga.
Si conservano in barattoli a riparo dalla luce e dall'umidità, per un periodo non superiore ad un anno.

Dalle foglie e dai rametti terminali si estrae un olio essenziale, utilizzato in casi di astenia, affaticamento, digestione difficile, distorsioni e slogature e come cicatrizzante.

I decotti con le foglie sono indicati nei disturbi nervosi e nelle gastralgie, oltre che per combattere le aerofagie.

PROPRIETA'

Le foglie giovani sono molto ricche di principi attivi, che conferiscono all'alloro proprietà antireumatiche, digestive, stimolanti, sudorifere, stomatiche, espettoranti, ipotensive.

Sia le bacche che le foglie sono molto utilizzate come antisettiche e calmanti nelle affezioni dell'apparato respiratorio.
Inoltre le foglie sono emostatiche, toniche dei capillari sanguigni, anticatarrali e stimolanti.